Gli studi dimostrano che per perdere grasso serve tempo e pazienza. Ma se non avessi nessuno dei due? Se la tua vacanza in spiaggia fosse tra poche settimane o il matrimonio del tuo amico fosse dietro l’angolo? E se volessi che l’abito nel guardaroba fosse meno aderente lungo il girovita? Beh, nessuna paura. Studi recenti mostrano che esistano piccoli cambi nelle tue abitudini in cucina e in palestra per bruciare il grasso più velocemente. Dal cambiare la velocità con cui mangi a fare i tuoi allenamenti all’aperto e al fresco. Questo è il cheat sheet che ti aiuterà a bruciare i grassi più velocemente. Alcuni sono facili, altri difficili ma tutti comprovati da studi scientifici.

1. Fai Esercizi Composti

Se vuoi bruciare grassi non perdere tempo con piccoli movimenti di isolamento per i bicipiti o una sessione di polpacci. Perché? Perché — generalmente parlando — più muscoli vengono allenamenti contemporaneamente, più grasso perderai. Questo è stato stabilito da uno studio pubblicato sul “Journal of Applied Physiology” che ha controllato il consumo energetico degli atleti e il metabolismo dopo un allenamento pesante di forza. Quello che gli studiosi hanno scoperto dopo 90 minuti di sessione d’allenamento — squat, panca, sollevamenti e stacchi da terra — è che la perdita di grasso e l’attività metabolica sono andati alle stelle. Quello stesso studio ha trovato che i livelli di grassi bruciati rimanevano elevati dopo ore, concludendo che “l’esercizio di forza intenso potrebbe elevare il tasso metabolico per un periodo prolungato dopo l’esercizio grazie all’ossidazione dei lipidi (bruciamento dei grassi).”

In breve, quando si desidera perdere grasso bisogna optare per un bilanciere più grande al posto di un manubrio più piccolo. Non essere timido: usare gli anelli olimpici, le slitte per pesi, gli pneumatici e le corde. Cerca sempre di mettere in movimento quante più parti possibili del corpo.

2. Fai Allenamento all’Aperto.

Quando è possibile lascia il comfort della palestra. Vai fuori e abbraccia il freddo di Madre Natura, visto che una ricerca del “Journal of Medicine and Science in Sport and Exercise” ha trovato che le condizioni fredde possono aumentare il ritmo in cui noi bruciamo le calorie durante un esercizio. Per testare questo si sono riuniti un gruppo di atleti e si sono allenati per 60 minuti su una bicicletta fissa. Osservando il consumo energetico tra -10ºC e 22ºC hanno scoperto che, “Il consumo di energia totale per 60 minuti di esercizio era il 13% più alto in un ambiente freddo.” In pratica, stesso esercizio, diverse temperature, più grasso bruciato.

3. Cambia le Bevande Sportive

Impara a prepararti da te le bevande sportive. Che tu sia in palestra, per strada o a casa, sai esattamente cosa hai messo nel tuo shaker. Gli studi dimostrano che in tal modo si evitano bevande gassate poco salutari e si perde molto più grasso. Per davvero! Questo risultato deriva da una ricerca della “Harvard Medical School” che attesta che certe bevande sportive ingrassano perché le persone conducono una vita sedentaria e consumano queste bevande ricche di carboidrati, non utilizzandole per ciò che sono state create originariamente. Per rifornire ore di intenso allenamento a cui gli atleti sono soggetti, molti fanno riferimento ai bruciatori di grassi. Ma quali sono i migliori da prendere prima di un allenamento? Quello che stiamo per descrivervi è forse uno dei più antichi integratori disponibili, ma una semplice e potente capsula di caffeina ha dimostrato di aumentare il grasso bruciato creando un ambiente più favorevole nei muscoli (questo secondo gli scienziati dell’University of Guelph in Ontario, Canada). Prova a prendere 60mg di caffeina prima dell’allenamento e sfrutta i benefici dell’aumento dell’ossidazione del grasso per la durata dell’allenamento.

4. Potenzia gli Effetti Ormonali

Impara ad imbrogliare nella tua dieta. Il seguente sarà il consiglio più economico e rapido se usato in maniera corretta, ma devo sottolineare le parole, “se usato in maniera corretta”. Attenzione, per perdere grasso bisogna bruciare più calorie di quante se ne assumono. È una basica legge di termodinamica, calorie in meno vs calorie in più. Ma troppe calorie in meno troppo a lungo e il corpo inizia a regolare verso il basso gli ormoni che bruciano il grasso e fa pensare alle riserve di lipidi che sta per arrivare un periodo di fame vera. Questa evidenza si basa sulla ricerca pubblicata nel “American Journal of Physiology”  che ha analizzato gli effetti del deficit calorico sui nostri ormoni tiroidei come T4 e T3. Questi 2 ormoni giocano un ruolo chiave nella gestione del nostro metabolismo e ciò che gli scienziati hanno scoperto è che “durante il deficit calorico, il trasporto di T4 e T3 nei tessuti è diminuito”. La conclusione suggerisce che mangiare come orsi durante la dieta vi lascerà incapaci ormonalmente di bruciare grassi. Comunque, sull’altra estremità dello spettro pare che ciò generi effetti positivi. La ricerca pubblicata nel giornale nutrizionale “Effectors of Thermogenesis” dichiara che “I livelli sierici della tiroide aumentano a causa di una alimentazione eccessiva.” Così, un hamburger gigantesco fatto in casa o un sacco di cheesecake possono servire a regolare gli ormoni che bruciano il grasso o a far funzionare il tuo metabolismo in modo corretto. Naturalmente, la tempistica è la chiave di volta qui: non è qualcosa che vorresti fare regolarmente, e l’esercizio fisico non dovrebbe mai mancare!

5. Cosa Cucini VS Come Cucini

Ovviamente cosa cuciniamo è importantissimo quando si cerca di perdere grasso. Ma forse il “come” deve godere di più enfasi. Questo perché gli scienziati hanno recentemente confrontato campioni di sangue per vedere come il corpo processa la pasta appena cotta e quella riscaldata in maniera diversa. Cos’hanno trovato? Sorprendentemente la pasta riscaldata gioverebbe di più al nostro girovita. Riscaldare cibi ricchi di carboidrati cambierà la loro struttura di base e li farà assomigliare a fibre vegetali salutari. Questo a sua volta significa che non ci sarà il normale aumento dei livelli di zucchero nel sangue associati con cibi ricchi di carboidrati. Ciò è importante quando cerchiamo di perdere grassi, in quanto quell’aumento del livello glicemico è— secondo gli scienziati del “Human Nutrition Research Centre” — parzialmente imputabile all’aumento di peso e alle voglie di cibo incontrollate. Infine, si deve notare che gli studi sui metodi di cottura non sono ancora conclusivi e variano da cibo a cibo. Ma significa che potrebbero esserci vantaggi nel pre-riscaldare gli avanzi di pasta.

6. Mangiare Velocemente VS Mangiare Lentamente

Noi tutti conosciamo i cibi veloci ma cosa sappiamo dei cibi lenti? La ricerca pubblicata nel “Journal of Epidemiology”  ha analizzato lo stile nel mangiare in uomini e 1,005 donne e ha trovato una forte relazione tra la velocità con cui le persone mangiano e il corpi grassi. In parole povere, più le persone mangiano in fretta e più tendono a ingrassare. Anche se questo era uno studio epidemiologico — ciò significa che è correlato a modelli, cause, ed effetti della salute — i risultati sono supportati dal “Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism”, dove gli studiosi monitorarono i cambi ormonali quando sia mangia a diverse velocità. Concludendo, “Mangiare lentamente favorisce la sazietà attraverso un aumento della risposta postprandiale degli ormoni intestinali.”

Leave a Reply

Premiamo i nostri lettori utilizzano il codice TPW30 per uno sconto del 30%.
Acquista ora>
close-image